«Nulla e nessuno è riuscito a impedirmi di remare sul fiume, in direzione ostinata e contraria».

Raul Lovisoni nella sua vita è stato molte cose: musicista, insegnante, deputato della Repubblica italiana, fine pensatore. Ma in questi ultimi anni, dopo essere sopravvissuto a un cancro, è diventato un uomo che ha riscoperto se stesso abbandonandosi ai ritmi della natura. Sulle rive dell'Ausa, in Friuli, e con la sua canoa, Lovisoni risale il fiume della sua infanzia e della sua intera vita e nel farlo tratteggia quella che è stata un'esistenza straordinaria fatta di passioni musicali e politiche, di rivoluzioni e sperimentazioni personali, alla ricerca della verità e dell'essenza della vita. Un Robinson Crusoe contemporaneo che si spoglia del benessere e del cicaleggio delle società contemporanee per abbracciare il senso profondo dell'essere al mondo, in mezzo alle bellezze di madre terra.
Con una scrittura magnetica e letteraria, pensata come una sinfonia, Raul Lovisoni si fa portatore di un'esperienza unica e radicale, capace di ponderare e illuminare tutte le riflessioni esistenti riguardo l'uomo, la natura, il mondo.