Condannato come serial killer, il professor Tasio Ortiz de Zárate, brillante archeologo, sta per lasciare la prigione grazie al suo primo permesso. Alla notizia della liberazione di Tasio corrisponde una nuova ondata di crimini nella vicina cittadina di Vitoria. Una coppia viene ritrovata senza vita nella Cattedrale Vecchia, due ragazzi di vent'anni nudi in una posa di sconvolgente tenerezza; e i corpi di due venticinquenni vengono rinvenuti in pieno centro. Il giovane ispettore Unai López de Ayala inizia la caccia: per lui non si tratta soltanto di fermare la scia di morte, ma di vincere la sfida contro la mente criminale che lo ha coinvolto personalmente.