Come se lo sarà guadagnato, il proprio soprannome, il protagonista di "Il giornalino di Gian Burrasca" di Vamba? Facile: combinando pasticci e dispetti a piè sospinto! Lo sciagurato Giannino Stoppani infatti si caccia sempre nei guai (guai di cui tiene meticolosamente traccia nel proprio diario) e per di più ha la pessima abitudine di dire la verità anche quando non dovrebbe, creando situazioni imbarazzanti per tutta la famiglia.

I genitori, esasperati, decidono di spedirlo in collegio nella speranza che la sua indole ribelle possa essere "raddrizzata". Ma Gian Burrasca non si smentirà neanche in questa occasione: una volta lì, entrerà a far parte di una sorta di società segreta - la "Uno per tutti, tutti per uno" - e insieme ai compagni insorgerà contro la tirannia dei direttori della scuola!
Pubblicato a puntate ormai più di cento anni fa, questo diario non cessa di innescare risate in grandi e piccini affermandosi a buon ragione come un classico della letteratura per ragazzi.

• Edizione Integrale a Leggibilità Facilitata: "Il giornalino di Gian Burrasca" del Battello a Vapore adotta il carattere di stampa Leggimi©, una font che semplifica la lettura da parte di bambini con Disturbi Specifici dell'Apprendimento (DSA) e Bisogni Educativi Speciali (BES).

• Prefazione di Dario Fo e Roberto Denti.

• Edizione illustrata in bianco e nero. Illustrazioni di Federico Maggioni.

• Età di lettura: dai 10 anni.

“Ecco la lezione che ho ricevuto grazie a Gian Burrasca: non basta sentir raccontare una storia, bisogna leggerla e meditarla. Quindi anche se a prima botta un testo non ti garba, insisti, forse all’improvviso troverai una miniera da raccontare.”

Dario Fo

Le irresistibili avventure del monello per eccellenza nella moderna e divertentissima veste grafica di Federico Maggioni e arricchite da un approfondimento di Roberto Denti.