In occasione del 40° anniversario della fondazione, nasce in Piemme Confronti, una collana aperta ai grandi dibattiti interpretati da grandi autori.
In un’epoca di monologhi urlati e rabbiosi Confronti vuole recuperare lo spirito del dialogo aperto, come avveniva nelle agorà greche, quando idee, riflessioni e posizioni
diverse trovavano cittadinanza nel consesso civico.
L’idea di Confronti è quella di mettere intorno a un tavolo immaginario due grandi personalità del pensiero e della cultura italiana e internazionale; due protagonisti con
idee diverse, spesso contrapposte, apparentemente inconciliabili. Uomini di fede e uomini di scienza, credenti e agnostici. Uomini dal passato turbolento con uomini che hanno
dedicato la loro vita agli altri. Studiosi e luminari dei campi
più disparati del sapere con pensatori provocatori e radicali. Uomini e donne che dialogano insieme partendo da un tema forte e divisivo di questi tempi.
Confronti vuole appropriarsi di uno spazio editoriale capace di generare dibattiti e cultura: una bussola fondamentale per questi tempi confusi.