Quando abbiamo qualcuno che legge tanto e tutto è sempre difficile trovare nuovi titoli: di solito queste persone sono brave a scegliere da soli “il prossimo libro da leggere” ma capita di perdersi qualche uscita.

Abbiamo selezionato alcuni libri perfetti per chi ama perdersi nelle parole:

Holden, Storia di cieli, prati e cavalli liberi di Laura Bonalumi: i soldi per arrivare a fine mese non ci sono quasi mai nella vita di Nina. Non sa chi sia il padre e la madre è sempre preoccupata. Per fortuna c’è Holden, il suo cavallo. Quando cavalca tutti i problemi spariscono e Nina si sente libera e felice. 

Quando Holden si ferisce gravemente non c’è altra soluzione che chiedere aiuto a Bartolo, un uomo mezzo matto che vive isolato in una baita di montagna. Nina imparerà che al destino non si discute.

Bianco di Laura Bonalumi: una bufera di neve imperversa fuori dalla chiesa dove alcune persone si sono rifugiate. Tutte hanno perso qualcosa di prezioso ma insieme troveranno la speranza di sopravvivere per poter uscire da lì. 

È un romanzo di formazione e un thriller che apre uno squarcio sulla condizione umana: quando le decisioni sono di vita o di morte, si ha davvero il coraggio di prenderle?

Alibel - La Malastriga di Gabriele Clima e Francesca Carabelli: Alibel è una ragazzina molto particolare. Non sembra avere amici della sua età. L’unico con cui va d’accordo è Ben, un ragazzo autistico suo vicino di casa. Insieme i due ragazzi scopriranno che Roma nasconde un segreto: centocinquant’anni prima una bambina è stata giustiziata senza un valido motivo. E Alibel come mai sembra legata a questa storia?

In questo romanzo ci sono la forza dell’amicizia, un mistero da risolvere, la solidarietà, un primo passo per capire cosa si intende quando si parla di autismo.

Il figlio di Gulliver di Michael Morpurgo: in questa storia troviamo Omar, costretto a lasciare l’Afghanistan insieme alla madre. Una tempesta colpisce il gommone su cui viaggia da solo e, quando tutto sembra stia per finire, Omar si salva e la sua avventura comincia. 

Morpurgo porta in scena questo retelling per rendere attuale uno dei classici più amati dai ragazzi: è un’occasione per capire cosa significano le parole immigrazione, disperazione, guerra.

Ritorno all’isola del tesoro di Alessandro Gatti e Pietro Baccalario: Jim Hawkins, il giovane compagno di Long John Silver, ora è cresciuto, ha moglie e figli e gestisce la locanda dei genitori. Gli affari non vanno benissimo, ma poco male. Poi un giorno arriva Thunder, una ragazza, che lo avverte di una maledizione… John deve partire immediatamente e inizia così una nuova avventura a bordo di una nave pirata.

L’ultimo viaggio al centro della terra di Davide Morosinotto: Alex sta accompagnando la zia, esperta vulcanologa, nell’ennesima visita a Stromboli che tiene per i turisti. La giornata è di una noia mortale fino a quando la terra trema, una voragine si apre e Alex insieme ad altre persone cade, cade e cade fino… al centro della Terra. Riuscirà ad uscire ripercorrendo le tappe di Jules Verne?

Il giardino sempre più segreto di Lucia Vaccarino: sono passati due anni da quando Mary ha scoperto il giardino segreto. Ora è al college e ha trovato un’amica, Agatha. La ragazzina però è così timida che non supera le interrogazioni e non riesce a fare amicizia con le altre persone della classe. Sarà con lei che Mary, per aiutarla a trovare coraggio, troverà di nuovo il giardino segreto.

Il risveglio di Dracula di Christian Hill: Marina scopre che la salma della sua trisnonna, morta in tarda età, è rimasta giovane e ha una strana macchia sulla fronte. Il giorno dopo il corpo della donna è sparito ma in città è arrivata una nuova ragazza, di cui tutti si innamorano, persino Rocco. Anche lei ha la stessa macchia. Il ragazzo si ammala subito e una macchia compare sulla sua fronte: che succede? Marina e Rocco partono alla ricerca di indizi e presto scopriranno che Dracula non è solo il protagonista di un libro, ma una storia vera...

Cosa c'è al di là del mare di Natasha Farrant: Ben e Lotti sono sopravvissuti alla guerra ma nessuno dei due ha più una famiglia. Ben rischia di finire in orfanotrofio, Lotti di essere spedita in collegio. I due ragazzini partono quindi alla ricerca del loro posto nel mondo, dove riuscire finalmente a mettere radici.

Il cacciatore di nubi di Christian Antonini: Tristan è il principe delle Isole di Cocco. Allo scoppio della prima guerra mondiale si trova a bordo dell’Emden, l’incrociatore tedesco del corsaro Von Müller. L’uomo lo obbliga a fare il mozzo e da ragazzino viziato Tristan comincerà a fare il duro lavoro di sguattero. Ben presto scoprirà che forse la sua vita di prima non era così bella: sulla nave può guardare le nubi e veleggiare lontano, fino ai confini del mondo.