Si sono aggiunti da poco al nostro catalogo due nuovi libri gialli per ragazzi: “Morto che parla” di Guido Sgardoli e “Il club del crimine” che vanta ben nove autrici diverse, Signore del giallo; due volumi che vanno ad arricchire la nostra collana “Giallo e Nero”, dedicata ai ragazzi dagli 11 anni in su amanti del mistero. 

In “Morto che parla”, Guido, figlio del becchino della città provoca accidentalmente, la morte dello strambo custode del deposito di rottami, dando il via a una lunga serie di disavventure. Detto “Cassa” a causa dell’attività di famiglia, vanta anche una mamma per che arrotondare tiene sedute spiritiche nel salotto di casa e una sorellina prevede il futuro.

Il povero Cassa pensava di averle viste già tutte prima di causare la morte di Straocchio, ma solo perché non poteva immaginare cosa sarebbe successo dopo quell’incidente. Il fantasma del guardiano infatti inizierà a seguirlo e accompagnarlo ovunque fino a diventare inseparabili, quasi amici. Sarà uno spirito buono o maligno? 

Scopritelo leggendo questo noir appassionante, condotto con maestria sui fili dell'umorismo e della tensione. Un racconto in cui, la vena umoristica di Guido Sgardoli, vincitore del Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2019 e di 3 premi Andersen, si palesa prepotentemente e regala una chicca inestimabile alla serie già apprezzata da pubblico e critica.

Il club del crimine - Racconti di detective al femminile” raccoglie storie di crimini apparentemente inspiegabili che mettono alla prova la capacità deduttiva di giovani investigatrici e investigatori. Dall’Ottocento ai giorni nostri, dall’Inghilterra all’America, ogni mistero invita i lettori a risolvere un enigma insieme ai detective.

Le nove Signore del giallo che hanno collaborato a questa antologia sono: Clementine Beauvais, Elen Caldecott, Julia Golding, Frances Hardinge, Caroline Lawrence, Kate Pankhurst, Robin Stevens, Harriet Whitehorn e Katherine Woodfine. 

Segue uno stralcio dell’introduzione scritta da Katherine Woodfine, autrice inglese nota per la serie bestseller “I misteri di Sinclair” e di altre opere per bambini che popolano la serie Giallo e Nero:

Che narrino le gesta di Hercule Poirot o degli Hardy Boys, del Club dei Sette o di Sherlock Holmes, le storie del mistero occupano da tempo il posto d’onore sugli scaffali di qualunque lettore. È difficile resistere al piacere di un giallo vecchio stile che veda protagonista la Banda dei Cinque o che segua le avventure di Nancy Drew. E non è un caso che, negli ultimi anni, si sia riversata nelle librerie e nelle biblioteche una pro- fusione di thriller nuovi di zecca. Con i loro intrecci carichi di suspense, indizi sorprendenti, colpi di scena e avventura mozzafiato, questi libri si ispirano agli amatissimi racconti del mistero del passato e ne riportano all’attualità la tradizione. 

Se desiderate un assaggio di questa nuova generazione di racconti crime e mistery, le nove storie inedite riunite in questa raccolta sono un punto di partenza ideale. Dimostrando la grande varietà di trame che si può incontrare al giorno d’oggi, quest’antologia ci trasporta dalle strade affollate di una Marsh Road contemporanea, nel racconto di Elen Caldecott Una festa guastata, alla Grande Esposizione del 1851, nell’intrigante L’occhio di Dio di Frances Hardinge, e poi ancora più indietro, fino al 1780, a esplorare le vie di Soho insieme a Harriet Whitehorn nel suo L’assassinio di Monsieur Pierre. Se le trame di questi tre racconti si divertono a reinterpretare la tradizione della crime story, Robin Stevens e Clementine Beauvais ci offrono invece, nel solco di Agatha Christie, intricati rompicapo che persino Miss Marple faticherebbe a risolvere. Nel moderno Mistero di Diablo Canyon di Caroline Lawrence c’è l’eco del selvaggio West americano e in Mel Foster e il mastino dei Baskerville di Julia Golding compare persino il famoso Sherlock Holmes in persona. 

I detective protagonisti di questi racconti sono ragazzi di ogni genere: dall’arguto Sid, che porta a spasso i cani nel racconto di Kate Pankhurst, alla mia Lil, ballerina-investigatrice nella Londra di inizio Novecento. Ciò che li accomuna è che sono loro, giovani, svegli e intuitivi, a svelare il mistero al posto degli adulti che li circondano. Fini osservatori, provvisti di menti ancor più acute, i nostri eroi sono coraggiosi, lucidi e intelligenti, abili nel seguire indizi e intuire soluzioni anche quando nessun altro è in grado di farlo. 

Forse, racconti come questi sono tanto appaganti perché ci permettono di partecipare alla sfida di un enigma da risolvere.

Tra gli altri libri della serie:

  • La strana scomparsa del Signor Goody di Natalie Babbitt;
  • L’ombra dello sciacallo di Didier Convard;
  • Il gioco dell’assassino di Sandra Scoppettone;
  • Cercasi Commessa al reparto omicidi di Katherine Woodfine;
  • L’ultimo ballo della falena d’oro di Katherine Woodfine.