Si sono aggiunti da poco al nostro catalogo due libri che presentano ai più giovani tre grandi personaggi che hanno fatto la storia del nostro Paese e che sono famosi in tutto il mondo. 

Tre artisti tutti da scoprire. Brillanti, complessi e affascinanti: Dante, Giotto e Caravaggio.

A dipingere il profilo dei primi due è Pierdomenico Baccalario, in una storia un po’ vera, un po romanzata, ma molto avventurosa di due amici geniali.
Autore che, a soli 24 anni, ha vinto il Premio Battello a Vapore e da allora ha scritto centinaia di libri per tutti i principali editori italiani e stranieri. Nel 2014 ha fondato Book on a Tree, factory e agenzia editoriale che raduna intorno a lui alcuni degli scrittori per ragazzi più importanti d’Italia. 

“Dante e Giotto” nasce un’idea di Miriam Dubini, scrittrice per ragazzi e amica di Pierdomenico, scomparsa improvvisamente nel 2018 e diventa un romanzo per giovani lettori, ideale dagli 11 anni. 

Siamo nella campagna toscana, tra Arezzo e Firenze. È il 10 giugno 1289 e gli eserciti delle due città si schierano. Tra le file dei fiorentini, un nobile cavaliere e un fante armato di spada si fronteggiano. Ma a un tratto il fante chiama l’altro per nome: – Ehi, Dante! Ma sei proprio tu?! 

Così si ritrovano due amici d’infanzia: Dante Alighieri e Giotto di Bondone. Ma non è un incontro felice: sono passati molti anni dalla loro amicizia di bambini, eppure Dante è ancora arrabbiato con Giotto per uno scherzo finito male. 

Il giorno dopo ci sarà battaglia e i due saranno chiamati a rischiare la vita, ma la notte è lunga, e i due geni sapranno riempirla di parole e immagini che salgono fino alle stelle. 

Il libro è arricchito da un’appendice sulla vera storia di Dante e Giotto, che racconta con immediatezza e ironia il contesto storico in cui i due artisti hanno vissuto: il Medioevo, un’epoca in cui “se nasci nobile, hai dei contadini che lavorano per te. In cambio però li devi difendere, altrimenti ciao. Se nasci tra i contadini, lascia perdere: sarebbe meglio credere nella reincarnazione e aspettare il prossimo giro. E, comunque sia, se ti comporti male, sei dannato anche nell’aldilà. Amen”. 

“Mistero Caravaggio”, anch’esso adatto a lettori dagli 11 anni in poi, racconta invece l’incredibile storia vera di uno degli artisti più amati dal mondo intero e, insieme, svela tutti i segreti che hanno reso le sue opere immortali. 

Caravaggio sogna di diventare pittore fin da bambino: da quando, un giorno, scopre che con la pittura è possibile fare magie, e ogni quadro nasconde un incantesimo. Da quel momento vive con due soli amici al suo fianco: il pennello e la spada. 

Col pennello inventa storie, fa nascere emozioni e fa apparire oggetti meravigliosi, con la spada si fa largo nel difficile mondo dell’arte del Seicento, dove bisogna guardarsi da tutti, perché il pericolo di finire in prigione è sempre dietro l’angolo. 

Il suo problema è che ha un carattere forte, per cui spesso si mette nei guai da solo. Non sopporta le ingiustizie e sa bene quanto vale il suo talento, ma per affermarlo deve farsi rispettare dai colleghi invidiosi e superare le sfide che gli propongono i suoi clienti. Cardinali, nobili, papi si contendono le sue opere: quei quadri straordinari dipinti tra una serata in osteria, un pomeriggio con l’amata Lena e una mattina in tribunale. 

Ma un giorno del 1606 commette un errore fatale, che lo costringerà a una fuga lunga ben quattro anni. Riuscirà mai a tornare sano e salvo a casa? Mistero!

L’autore è Costantino D’Orazio, storico dell’arte, scrittore e professore.

Nei suoi libri racconta agli appassionati le vite dei più grandi artisti e i segreti nascosti nelle loro opere. Tra gli altri, ha scritto Caravaggio segreto, Leonardo svelato, Raffaello segreto, Michelangelo. Io sono fuoco, Il mistero Van Gogh. Questo è il suo primo libro per ragazzi.