A Natale regala o regalati un libro

Anche quest'anno abbiamo raccolto tra i nostri editor qualche consiglio per chi pensa che un libro sia sempre un regalo speciale.
Chi ama leggere vuole che le emozioni non restino chiuse tra le pagine, perché:

le pagine di un libro sono "finite" ma le emozioni che regala infinite…
Se un libro è bello la storia continua anche dopo l'ultima pagina.
Un libro è silenzioso e non chiede nulla, sa aspettare il momento giusto.
Un libro è un ponte capace di accorciare distanze.
Un libro può raccontare tanto di voi, anche se lo regalate senza aggiungere troppe parole.
Un libro è sempre una porta aperta su mondi che forse non abbiamo ancora conosciuto e che grazie agli occhi di un altro possiamo vedere.

E voi?
Perché regalereste un libro, e quale vi ha sorpreso, divertito, conquistato?

Se volete diteci la vostra commentando il nostro post: un regalo che fareste a qualcuno che amate, che vi ha sostenuto in un momento difficile, a una persona importante per voi o a qualcuno a cui vorreste dire qualcosa che ancora non avete detto.

 

Ecco intanto i consigli degli editor di Piemme:

Consiglio Il dio della colpa di Michael Connelly a chi ha voglia di farsi catturare da una storia avvincente, a chi ama i thriller senza fiumi di sangue ma con tanta tensione, a chi crede (ancora) nella giustizia, a chi vuole affidarsi alle pagine di un grande maestro del genere.
- Mariagiulia Castagnone -

Consiglio Golden Girl di Candace Bushnell, per tutte le nostalgiche di Sex and the City e per chiunque abbia voglia di immergersi nelle atmosfere di New York.
- Giulia De Biase -

Dragon boy di Guido Sgardoli. Consigliato ai ragazzi e alle ragazze che amano i supereroi e pensano di non avere coraggio. A quelli che affrontano le loro piccole grandi sfide ogni giorno, senza aver ancora scoperto i superpoteri... che hanno già.
- Chiara Fiengo -

Consiglio Lo Schiaccianoci di Aurora Marsotto alla bambine che sognano la danza e le favole a lieto fine.
- Alice Fornasetti -

Consiglio Ridete, per Dio di Charb a chi, come l’autore, odia il falso buon umore delle feste, lo champagne obbligatorio, il cappello rosso di Babbo Natale che fa sembrare un folletto depresso chiunque lo indossi, gli auguri di buon anno fino a fine gennaio. Consiglio questo libro a chi, come l’autore, ama dire le cose come stanno, e non ha paura di ridere di tutto quello che gli pare. Anche di chi minaccia di togliergli la vita. E poi gliela toglie.
- Linda Kleinefeld -

Consiglio Le tre notti dell’abbondanza di Paola Cereda, un romanzo potente, dedicato alle donne che ogni giorno combattono per scardinare i dogmi di un mondo fatto per e dagli uomini, che non si accontentano di accettare una vita immutabile, che pensano che una pennellata di colore possa cambiare il corso delle nostre esistenze.
- Francesca Lang -

Consiglio Lo Schiaccianoci di Aurora Marsotto a chi… continua a credere nella magia della notte di Natale, una notte in cui tutto può succedere.
Ed anche Infinity Drake di John McNally a chi…
chi si sente piccolo, ma ha un cuore grande da eroe e vuole vivere un’avventura indimenticabile!
- Chiara Pullici -

Consiglio Grande Ritorno nel Regno della Fantasia 2 di Geronimo Stilton. Per tutti i “grandi" che vogliono condividere con i “piccoli" la magia di un’avventura fantastica: una fata da salvare, una strega da sconfiggere e un magico anello da ritrovare… Un libro per sognare ad occhi aperti e volare sulle ali della fantasia!
- Patrizia Puricelli -

Consiglio Infinity Drake di John McNally.
L’avventura di un ragazzo che diventa piccolo piccolo per salvare il mondo.
Consigliato a tutti i grandi che si sentono troppo “grandi” per leggere i libri da “piccoli”, e a tutti i “piccoli” che salveranno il mondo (nonostante i “grandi”…).
- Enrico Racca -

Il tempo per leggere – fra un tweet, uno sguardo alla pagina Facebook e un aggiornamento al diario su Snapchat – è davvero ridotto al lumicino. Per questo motivo anche i giorni di pausa fra Natale e Capodanno potranno essere proficuamente dedicati non solo a letture di evasione, ma anche a qualche saggio che fa riflettere e acquisire nuove conoscenze.
Ecco perché mi fa piacere segnalare il libro del bravo giornalista investigativo Nello Scavo, intitolato I nemici di Francesco. Una trascinante inchiesta che spiega dove si nascondono oggi in ambito internazionale i veri detrattori di papa Bergoglio nelle maglie del potere, della finanza e dell'economia globale.
- Roberta Russo -

Auguri a tutti i lettori!