Nata nel 1980, è una scrittrice, fotografa, artista e giornalista ucraina, che vive tra Kiev e Berlino. Nei drammatici giorni della guerra iniziata il 24 febbraio 2022, ha scelto di restare a Kiev, e di documentare la vita sotto assedio in un diario pubblicato quotidianamente sullo Spiegel e in corso di traduzione in tutta Europa. Il suo lavoro in campo fotografico riguarda da sempre le parti più vulnerabili della società ucraina, ed è stato esposto al Padiglione Ucraino alla cinquantaseiesima Biennale di Venezia. Nel 2020 la Belorusets ha vinto il premio HKW International Literature Award per l'edizione tedesca de La donna con l'ombrello rotto e altre storie ucraine, il suo primo lavoro di narrativa che, nel marzo del 2022, pochi giorni dopo l'inizio della guerra, è stato pubblicato anche negli Stati Uniti. In Italia Yevgenia Belorusets è pubblicata da Piemme.