Professore Emerito di Diritto internazionale e comparato dell'Università della California, è Ordinario di Diritto civile all'Università di Torino. Avvocato cassazionista, è stato fra i redattori dei quesiti referendari sui beni comuni del giugno 2011 e per due volte ha patrocinato il referendum presso la Corte Costituzionale. Fra gli oltre venti libri pubblicati e tradotti in molte lingue, Beni Comuni. Un Manifesto (Laterza, 2011) è stato un grande successo editoriale. È presidente della Cooperativa Generazioni Future e provvisoriamente del riemerso Comitato di Liberazione Nazionale che agisce politicamente per il ripristino della Costituzione Italiana. Insieme a Massimo Cacciari, Carlo Freccero e Giorgio Agamben è stato promotore di "Commissione Dubbio e precauzione" che contesta le politiche sanitarie e securitarie del governo italiano.