È nata da genitori africani e caraibici. Ha iniziato a scrivere Le nostre parole nel tempo vent'anni fa per dare voce alla comunità di Brixton in cui è cresciuta e che stava rapidamente scomparendo a causa della gentrificazione. Vive nel sud di Londra e questo è il suo primo romanzo.