Frederic Manning (1882-1935), australiano di nascita ma educato principalmente in Inghilterra, intellettuale, poeta, nel 1914 abbandonò i suoi studi per arruolarsi come soldato. Questo romanzo, pubblicato per la prima volta in versione censurata nel 1929 con lo pseudonimo “Soldato semplice 19022”, il numero di matricola dell’autore, è la storia crudissima di quegli anni di guerra. Osannato da Hemingway, Lawrence, Eliot e Bennet, il romanzo viene pubblicato integralmente in questa edizione.