Entrato in magistratura nel 1991, dal 2003 diventa sostituto procuratore antimafia. Ha lavorato nel comitato scientifico del CSM, per poi passare alla Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo nel 2012. Dal 2016 è membro nazionale italiano di Eurojust (l'agenzia europea per la cooperazione giudiziaria contro il crimine organizzato), di cui ha assunto la vicepresidenza nel 2017. Autore di numerose pubblicazioni in materia di cooperazione giudiziaria e di lotta contro la criminalità transnazionale, ha svolto attività di docenza presso varie università italiane.
Nel 2003 è stato insignito del Premio "Falcone e Borsellino" per la pubblicazione del libro Il traffico e lo sfruttamento di esseri umani (con Federico Frezza e Nicola Maria Pace, Giuffré, 2002).
Nel 2018 ha ricevuto il XXIII Premio Nazionale "Paolo Borsellino" per il suo impegno contro la criminalità organizzata.