Tessa ha trentasei anni e la sua vita è molto diversa da quella che aveva programmato. Otto anni prima, infatti, stava per sposare il suo fidanzato del liceo, lavorava in televisione e viveva in un micro-appartamento nel centro di Boston. Non faceva che chiedersi se il matrimonio con quel ragazzo che conosceva da sempre fosse la scelta giusta ed era in preda al panico. Poi, un giorno, ha incontrato Nick e ha capito l’enorme differenza che c’è tra voler bene a qualcuno e amarlo follemente. Il matrimonio è andato a monte e la sua vita è cambiata per sempre. Così, ora è sposata con un chirurgo dagli orari impossibili, ha due figli, non lavora e vive in una villetta borghese in un quartiere appena fuori città.
Valerie ha trent’anni e con gli uomini ha chiuso da almeno sei. Da quando si è innamorata di quel maledetto scultore, Lionel, detto Lion (cosa che avrebbe dovuto metterla sull’avviso fin dal primo istante), e per la prima volta nella vita ha deciso di lasciarsi andare, nonostante tutti le dicessero che quell’uomo non era altro che un bugiardo egocentrico e, per giunta, neanche troppo dotato artisticamente. Certo, quello con Lion è stato il sesso migliore della sua vita, ma il fuoco si è spento velocemente, e lei si è ritrovata sola, incinta e con le prospettive di una brillante carriera da buttare.
Tessa e Valerie non potrebbero essere più diverse, ma un giorno i loro destini si incrociano indissolubilmente e le loro vite si rimescolano come un mazzo di carte. Sarà l’amore a dar loro tutte le risposte che cercano. O quasi.