Ci sono fatti che segnano la vita. Una mattina ti svegli. In casa regna un silenzio mortale. E la tua famiglia è scomparsa senza lasciare traccia.
È ciò che capita a Cynthia Bigge il giorno in cui, dopo una bravata adolescenziale e una lite notturna con i genitori, scopre al risveglio che sua madre, suo padre e suo fratello sono spariti.
Anche se le successive indagini non portano ad alcun risultato, Cynthia non smette di chiedersi cosa sia successo alla sua famiglia. Tanto che, venticinque anni dopo, ormai sposata con Terry e madre di una bambina, partecipa a un programma televisivo che si occupa di casi irrisolti.
Poco dopo cominciano ad arrivare telefonate e lettere misteriose. Poi Cynthia sospetta di essere pedinata, crede di riconoscere suo fratello tra la folla di un supermercato e sostiene che sul tavolino del salotto sia comparso un cappello appartenuto a suo padre.
La polizia non prende sul serio le sue affermazioni, e persino il marito sospetta che la tensione le stia giocando brutti scherzi. Finché la situazione precipita e Terry si convince finalmente che il mistero del passato sia diventato un pericolo reale anche nel presente. Forse la sparizione dei Bigge nascondeva un segreto. E ora, per non farlo emergere, c’è chi non esita a spargere altro sangue.