Soldi, alcol, sesso ed emozioni: è questo che tiene viva Las Vegas, la Città del Peccato. Una miscela esplosiva di cui il giovane Michael J. Lane sembra non essere mai sazio. Figlio di un magnate del cinema, può avere droga e donne a palate, eppure, di tanto in tanto, non disdegna un’avventura con qualche prostituta a un angolo di strada. Finché, durante uno di questi incontri notturni, qualcuno ne approfitta per piantargli una pallottola in fronte. Prima di accasciarsi a terra, con un sorriso incredulo, M.J. riconosce il suo assassino.
Summerlin, vari chilometri da Las Vegas, in un tranquillo quartiere residenziale, un ragazzino di dodici anni viene ucciso mentre gioca davanti a casa, travolto da un pirata della strada. L’automobile, parcheggiata poco lontano, è partita a tutta velocità, puntando dritta al bambino come un proiettile, per annientarlo sotto i pneumatici.
Due vittime senza niente in comune, due omicidi apparentemente isolati, ma a unirli c'è un’identica impronta digitale lasciata dall’assassino, come un biglietto da visita, quasi a sfidare la polizia.
Mentre la scia di sangue si allunga, colpendo persone e luoghi che sembrano sempre sconnessi l’uno dall’altro, i detective Jonathan Stride e Serena Dial si mettono sulle tracce del serial killer. Ma per anticipare le sue mosse e arrestare la catena di morte dovranno prima trovare il movente che lega i delitti, in una corsa contro il tempo che li porterà a scavare in una realtà sordida e nelle ambizioni meschine che si nascondono sotto il glamour e le luci abbaglianti della città.