A 23 anni bisogna osare. Questo è il mantra che ha accompagnato Ruth Saunders durante il lungo viaggio che dal Massachusetts l’ha portata fino a Hollywood. Al contrario di molte ragazze della sua età, però, Ruth non vuole andare nella Città degli Angeli per diventare una star del cinema: il suo sogno è quello di scrivere e di vedere le sue parole prendere vita sullo schermo. Forse perché la scrittura l’ha salvata durante i difficili anni del liceo o forse perché la cicatrice che le solca parte del volto l’ha sempre tenuta lontana dai desideri di tutte le altre.
Con una laurea in mano e una passione sfrenata per le serie televisive, istillatale dalla nonna che l’ha cresciuta e che ha deciso di lasciare tutto per partire con lei, Ruth non vede l’ora di mettersi alla prova. E quando, cinque anni e una lunghissima gavetta dopo, riceve la notizia che un’importante network vuole realizzare una serie televisiva creata da lei, Ruth pensa di avercela fatta. Capirà ben presto che quello di Hollywood è un mondo fatto di compromessi e di capricci a cui piegarsi; che non sempre il lavoro e il successo colmano il vuoto che abbiamo nel cuore. E che anche una come lei si merita l’amore, quello vero, senza copione o musica in sottofondo. Basta solo che apra gli occhi.