La legge della notte

Boston, 1926. Mentre il liquore scorre a fiumi e volano le pallottole, un uomo sta per lasciare il suo segno nel mondo. Joe Coughlin è figlio di un capitano della polizia di Boston - uno importante, in città - ma ha da tempo voltato le spalle alla Legge. È l'America senza freni dei ruggenti anni Venti, e un'intricata rete di distillerie illegali, case da gioco e speakeasy clandestini si anima nelle notti tenendo in pugno la città: il momento buono per poliziotti corrotti, femmes fatales e aspiranti gangster. Passato dai piccoli furti alla malavita organizzata, Joe è uno di quelli che si muovono nel buio, e di legge se ne sono creata un'altra: quella della strada, dell'ambizione e del crimine. L'unica legge cui valga la pena obbedire. Ma la vita dalla parte della notte ha un prezzo: e in un mondo in cui uomini senza pietà si sfidano per il controllo, non esistono amici, e non ci si può fidare di nessuno. Neanche della donna che ami. Il viaggio di Joe Coughlin - dalla Boston dell'età del jazz alle roventi strade di Cuba, passando per il malfamato quartiere latino di Tampa - è un'incalzante saga di vendetta e una travolgente storia d'amore. Ma è anche, e soprattutto, un viaggio dentro l'America del proibizionismo, l'epopea di un'intera nazione per molti versi ancora innocente, in cui ognuno è pronto a tutto pur di garantirsi la sua fetta di sogno americano.

Dennis Lehane

Prima di diventare uno scrittore a tempo pieno, ha lavorato come educatore per bambini affetti da handicap...
Vai alla scheda