Nessuna trasformazione può accadere se non parte dal cuore. Solo coltivando un cuore immenso, un cuore che si allarga ad accogliere i bisogni e il benessere di ogni essere vivente, si può migliorare il mondo ed essere felici.

Ormai si sa che le risorse della Terra non sono illimitate, e che la corsa al consumismo porta non solo alla distruzione dell'ambiente, ma anche all'infelicità. Qualità del lavoro, tempo libero, benessere individuale e famigliare sono molto più legati alle risorse terrestri e al loro sfruttamento di quanto si creda.

Per questo, una vera rivoluzione nella difesa dell'ambiente e il ritorno a un mondo più equo e umano può iniziare solo da noi stessi, dal modo in cui educhiamo i nostri figli alla frugalità, al rispetto dell'altro, considerando "altro" ogni essere vivente, e a entrare in sintonia con la natura.

Una profonda riflessione tra Daisaku Ikeda, grande figura spirituale, ed Ernst Ulrich von Weizsäcker, uno dei massimi esperti di questioni ambientali, su come la decrescita e il fattore umano siano la chiave per salvare il mondo e arrivare alla felicità.