«Appena finito il college, la mia amica Claire e io decidemmo di andarcene in giro per il mondo per un anno intero. Nessuna di noi due aveva mai viaggiato da sola prima, né eravamo state in un paese di cui non parlavamo la lingua. Semplicemente ci siamo dette: facciamo come Ulisse, Don Chisciotte e Kerouac messi insieme, con in più il lucidalabbra. Conquistiamo il mondo. Eravamo convinte di dover iniziare la nostra avventura da un posto incredibilmente remoto, dove nessuno dei nostri amici avesse mai messo piede. Scegliemmo la Repubblica popolare cinese e iniziammo i preparativi: quelli per lo sbarco in Normandia non erano stati niente in confronto. L’equipaggiamento di base era composto dall’opera completa di Nietzsche, la mia guida astrologica all’amore di 914 pagine, infradito, una borsata di M&M’s. E preservativi. L’idea era non farsi mancare niente, e fare l’amore sulla Grande Muraglia mi stuzzicava. Non so quanti dei più grandi esploratori della storia abbiano chiamato casa in lacrime immediatamente dopo il loro arrivo in qualche posto esotico, ma sospetto di essere stata la prima.»
Con humour irresistibile, Susan Gilman ci offre il racconto di un’esperienza al limite del surreale, ricca di episodi divertenti, gustosi, sexy o decisamente piccanti. Uno sguardo illuminante ed esilarante su amicizia femminile, amore e consapevolezza di sé.