Padre Amorth torna con sconvolgenti racconti inediti: casi di possessione fra i più duri, lunghi e difficili.
L’esorcista decano della Chiesa cattolica non accetta di essere l’ultimo dei liberatori. Convinto dell’avvicinarsi dell’“ora di Satana” racconta i suoi ultimi scontri con le legioni infernali, determinato a consegnare la propria eredità di pratiche, riti e preghiere per sconfiggere il demonio.
Nell’anno che papa Benedetto XVI ha consacrato al tema della fede, padre Amorth pone al centro i temi che gli stanno più a cuore, mettendo in guardia da un mondo secolare che si sta consumando nell’astio, nell’invidia, nel materialismo.
Si tace sulle realtà luciferine che agitano i contesti sociali ed ecclesiali. Per contrastare questo colpevole silenzio, il sacerdote ha deciso di alzare ogni velo al fine di trasmettere a fedeli e laici il proprio bagaglio di esperienza, il suo lascito, in modo particolare a chi verrà dopo di lui, ai giovani esorcisti che saranno presto chiamati ad affrontare fenomeni di possessione sempre più cruenti e le funeste congiunture del maligno.