A chi gli chiedeva se sarebbe mai potuto esistere un mondo senza mafia, Giovanni Falcone un giorno rispose: «Ha avuto un principio, ha una sua evoluzione e avrà quindi anche una fine».
Possiamo dire la stessa cosa riguardo al cancro? È una delle domande che Umberto Veronesi si sente rivolgere più spesso: «Professore, arriverà mai un giorno senza cancro?».
Per raccontare come, a grandi falcate, ci stiamo avvicinando a quell’epocale traguardo – l’alba della “mortalità zero” – ha scritto ora queste pagine, agili e illuminanti, che riconducono la lotta ai tumori a una dimensione scientifica, facendo leva sulla fiducia della ragione. Un libro positivo e ottimista, che mette in luce i progressi effettuati in questo difficile e doloroso cammino, le maggiori scoperte, la rivoluzione copernicana della moderna oncologia, evidenziando le battaglie che abbiamo vinto e quelle che ci proponiamo di vincere nel prossimo futuro, le speranze più concrete per il domani e le certezze a cui aggrapparsi fino d’ora. Perché il primo giorno senza cancro è anche ogni giorno in cui scelgo di adottare un’alimentazione e uno stile di vita corretti. È il giorno in cui faccio prevenzione. È ogni giorno dedicato alla ricerca.
Il primo giorno senza cancro può essere già oggi.