“Non manca niente alla trama di questo romanzo: la solitudine, la malattia, i parenti distratti, la cattiveria, la bontà e, naturalmente, il riscatto. Come nei romanzi di una volta non ci sono troppi colpi di scena, ma ho riletto da adulta Il giardino segreto e l’ho trovato di nuovo meraviglioso, rassicurante,rasserenante.” dall’introduzione di Anna Vivarelli