Pittore, genio, assassino. La vita di Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è la più avvincente delle trame. L'amore con uomini e donne di malaffare, le risse, i processi, le fughe rocambolesche e la tragica fine. La gloria e la dissipazione. E i suoi capolavori, che ancora oggi turbano anche l'osservatore più freddo e distaccato. Opere intrise di un'ambiguità inafferrabile, di un magico equilibrio tra intima religiosità e raffinata sensualità: una sorta di "erotismo mistico" che finirà per caratterizzare tutta l'arte barocca. E nella storia della vita e dell'arte del Caravaggio emerge la sua viscerale necessità di espressione, la sua inestinguibile sete di vita.