I classici più amati della letteratura per ragazzi in edizione integrale e, per la prima volta, a leggibilità facilitata. Perché le grandi storie sono di tutti i lettori.

- Fesserie, tutte fesserie. Io non ci credo -.
Ma quando qualcosa attraversò il pesante uscio ed entrò nella stanza, piazzandosi davanti a lui, il vecchio Scrooge impallidì.
Prima di spegnersi del tutto, la fiamma ebbe un ultimo guizzo, quasi volesse gridare:
«Lo conosco, è il fantasma di Marley!».

"Fidatevi di me. Ci sono almeno tre buoni motivi per leggere, o rileggere, Canto di Natale. Il primo è che è un bel libro. Il secondo è che è un libro divertente. E il terzo è che l'uomo che l'ha scritto, Charles Dickens, non è stato solo uno dei maggiori scrittori di ogni tempo e di ogni paese, ma anche un uomo che, da adulto, non ha mai dimenticato cosa vuol dire essere un bambino o un ragazzo".

Dall'introduzione di Alberto Melis