Vi è mai capitato di anticipare con preoccupazione un evento, di essere terrorizzati da una decisione da prendere, di temere qualsiasi tipo di cambiamento oppure di essere colpiti da una improvvisa crisi di panico?
Se è così, anche voi fate parte di questo “popolo di ansiosi”, ma siete in buona compagnia perché, solo in Italia, ci sono 5 milioni di persone che lottano quotidianamente con l’ansia, una prigione da cui è difficile liberarsi, un tunnel di cui spesso non si riesce a intravedere l’uscita.
In questo libro Giampaolo Perna non solo ci racconta le origini dell’ansia, la differenza tra ansia normale e ansia patologica, l’analisi dei comportamenti ansiosi, ma ci insegna anche come uscirne.
Sì, perché uscirne è possibile, sia per chi vive situazioni di ansia quotidiana, sia per chi è affetto da forme più gravi, quelle che rientrano nel capitolo dell’ansia patologica.
Il primo passo, in una società sempre più basata sulla prestazione, è quello di non sentirsi in colpa o inadeguati, di sgombrare la mente dalla sensazione di non essere “normali”. Poi è necessario capire che la buona volontà non basta, che spesso è necessario farsi aiutare, sia da un punto di vista psicologico che farmacologico.
Partendo da casi esemplari, l’autore ci conduce lungo un percorso documentato ed efficace, indicandoci le vie d’uscita da uno dei disagi più diffusi del mondo moderno.

Vi è mai capitato di anticipare con preoccupazione un evento, di essere terrorizzati da una decisione da prendere, di temere qualsiasi tipo di cambiamento oppure di essere colpiti da una improvvisa crisi di panico?
Se è così, anche voi fate parte di questo “popolo di ansiosi”, ma siete in buona compagnia perché, solo in Italia, ci sono 5 milioni di persone che lottano quotidianamente con l’ansia, una prigione da cui è difficile liberarsi, un tunnel di cui spesso non si riesce a intravedere l’uscita.
In questo libro Giampaolo Perna non solo ci racconta le origini dell’ansia, la differenza tra ansia normale e ansia patologica, l’analisi dei comportamenti ansiosi, ma ci insegna anche come uscirne.
Sì, perché uscirne è possibile, sia per chi vive situazioni di ansia quotidiana, sia per chi è affetto da forme più gravi, quelle che rientrano nel capitolo dell’ansia patologica.
Il primo passo, in una società sempre più basata sulla prestazione, è quello di non sentirsi in colpa o inadeguati, di sgombrare la mente dalla sensazione di non essere “normali”. Poi è necessario capire che la buona volontà non basta, che spesso è necessario farsi aiutare, sia da un punto di vista psicologico che farmacologico.
Partendo da casi esemplari, l’autore ci conduce lungo un percorso documentato ed efficace, indicandoci le vie d’uscita da uno dei disagi più diffusi del mondo moderno.