Quando il libro arriva sugli scaffali delle librerie o su quelli degli stores digitali, tra le parole scritte e le immagini della copertina ci sono altre immagini e altre parole, più trasparenti e silenziose: quelle del lavoro e delle emozioni di chi ha partecipato alla nascita dei libri che avete letto e, ci auguriamo, amato di più.

Con i consigli di lettura che abbiamo raccolto per voi tra i collaboratori della casa editrice speriamo di farvi arrivare una parte di queste emozioni, accompagnandole al nostro augurio per il Natale e per il nuovo anno in arrivo.

I CONSIGLI DI LETTURA DI

PIEMME-CENTRO-EMOZIONI

“Consiglierei Lo sai che? di Geronimo Stilton perché accompagna i bambini a curiosare tra storia, scienze, informatica, biologia, astronomia in modo leggero e divertente. Svolge il compito di una prima enciclopedia, ma in modo molto simpatico e accattivante.”
- Maria Ballarotti, Editoriale junior -

“Consiglierei Coordinate d’Oriente di Alessandro Perissinotto a tutti coloro che credono al potere dirompente della letteratura.”
- Riccardo Barbagallo, Marketing -

“Io consiglierei Rivelazioni di Massimo Polidoro a chi è curioso ma scettico; a chi è attratto dall'insolito e dal mistero ma capace di tenere sempre i piedi ben per terra.”
- Luigi Bavagnoli, Marketing -

“Consiglio Voglio vivere una volta sola di Francesco Carofiglio a chi vuole lasciarsi incantare dalla poesia dei sentimenti e dalla dolcezza di sensazioni.”
- Serena Bellani, Editoriale adulti -

“Io consiglio Peste a chi pensa che thriller e Storia non possano coincidere.”
- Alberto Bossi, Marketing adulti -

“Consiglierei La fragile costellazione della vita di Anthony Marra a chiunque abbia voglia di leggere un libro di scrittura potente, una storia fatta di salti temporali che riportano alla circolarità dell’esistenza, un viaggio nell’inferno della guerra cecena ma soprattutto nelle fondamenta dell’animo umano.”
- Fabio Carbone, Marketing adulti -

Ho lasciato entrare la tempesta di Hannah Kent, bella la scrittura e magica l'ambientazione, fortissimo il personaggio femminile (storia vera tra l'altro). Da consigliare: a tutte le donne... Coraggiose!”
- Laura Casonato, Ufficio diritti -

“Il mio consiglio di lettura è Coordinate d’oriente di Alessandro Perissinotto, un libro di grande scrittura, uno di quei romanzi che non si riescono a lasciare, per chi ritiene giusto battersi per quello in cui crede e pensa che nella vita ci sia sempre una seconda possibilità.”
- Mariagiulia Castagnone, Consiglio di Amministrazione -

Che bello essere noi di Lella Costa: lo consiglio ad amiche, a sconosciute; a tutte le donne, semplicemente."
- Paola Caviggioli, Comunicazione -

“Consiglio Mamma Nastrino, Papà Luna di Emanuela Nava. Per chi vuole continuare a commuoversi e a ridere al tempo stesso, anche dopo aver letto un libro cento volte.”
- Francesca Ciampi, Comunicazione -

“A tutti coloro che invidiano chi non ha ancora letto Il bar delle grandi speranze, Pieno giorno e Open per il piacere della scoperta, consiglio Oltre il fiume, la storia (vera) con cui J. R. Moehringer ha vinto il premio Pulitzer. In un connubio perfetto di limpidità di scrittura e profondità di contenuto, vediamo la protagonista Mary Lee sulla sponda del fiume Alabama in attesa insieme agli altri abitanti di Gee’s Bend dell’arrivo del nuovo traghetto che farà uscire la piccola comunità di discendenti di schiavi neri da un lungo isolamento. Come Sherazad ne Le Mille e una notte, Moehringer incanta con le parole. E pagina dopo pagina, vediamo Mary Lee innalzarsi al di sopra dell’Alabama e di Gee’s Bend e perdere i suoi tratti per assumere un’identità universale. Ognuno di noi diventa Mary Lee, in attesa sulla sponda del proprio fiume personale ad aspettare quel qualcosa che ci farà forse andare oltre. Questo è il marchio dei grandi scrittori. L’unico inconveniente di Oltre il fiume è che finisce presto, lasciandoci con l’ansia di volerne ancora.”
- Claudia Coccia, Editoriale adulti -

“Consiglio Promettimi che ci sarai di Carol Rifka Brunt alla mia amica del sabato sera.”
- Maddalena Contini, Marketing -

Eleanor & Park di Rainbow Rowell, per chi ha amato John Green e vuole trascorrere le vacanze immerso in una straordinaria e commovente storia d’amore.”
- Giulia De Biase, Editoriale adulti -

“Consiglio La legge della notte di Dennis Lehane - forse uno dei migliori libri in assoluto che abbia letto nel 2014 - una gangster story al limite del letterario con il giusto mix di azione e sentimento.”
- Andrea De Michelis, Ufficio tecnico -

“Consiglierei i Primi Libri di Geronimo Stilton a tutti i bambini che vogliono sognare, divertirsi e imparare a leggere giocando.”
- Viviana Donella, Editoriale junior -

“Consiglierei Il segreto delle Fate delle Nuvole di Tea Stilton alle ragazze che amano fermarsi e osservare le nuvole rincorrersi nel cielo, immaginando nei loro soffici confini un regno fatato.”
- Daniela Finistauri, Editoriale junior -

“A volte, i libri, quando sono belli e veri, fanno male. Per questo, tra i tantissimi libri di grande qualità pubblicati da Piemme nel 2014, se ne devo scegliere uno, scelgo quello, molto bello, e purtroppo molto vero, che mi ha fatto più male. Un libro che spero possa contribuire a fare luce su una vicenda ancora troppo oscura, e a restituire l'onore rubato a un grande campione, e a un uomo che mi ha fatto emozionare come pochissimi altri. Davide De Zan, Pantani è tornato. Il complotto, il delitto, l'onore.”
- Giovanni Francesio, Editoriale adulti -

“Consiglio Se chiedi al vento di restare di Paola Cereda: una nuova autrice italiana con una scrittura potente, un personaggio femminile che non si dimentica facilmente, un'isola senza nome avvolta in un'atmosfera magica.
- Lorenzo Garavaldi, Marketing -

“Consiglio a tutti di leggere Come una specie di sorriso di Lella Costa. Un piccolo, prezioso libro che racconta l’ironia, arma infallibile e insostituibile per affrontare gli alti e i bassi della vita. L’ironia non fa necessariamente ridere, ma illumina: è una soave forma di consapevolezza.”
- Linda Kleinefeld, Editoriale adulti -

Voglio vivere una volta sola di Francesco Carofiglio. Per chi ama sognare e non rinuncia alla magia nascosta tra le pieghe della vita di tutti i giorni.”
- Francesca Lang, Editoriale adulti -

Bolero di Carmelo Abbate: lo consiglio vivamente sia a chi ha vissuto gli avvenimenti politici e mondani italiani degli anni ottanta consapevolmente, sia a chi li ha vissuti come me da bambino.”
- Giorgio Maroni, Marketing adulti -

Still Alice di Lisa Genova: tra i primi titoli in uscita nel 2015 quello che ho più amato. Perché detesto il sentimentalismo, i profluvi di buonismo e di melassa nella narrativa dei nostri tempi. E invece apprezzo quella capacità di “entrarti dentro” che hanno solo i libri veri. Senza effetti speciali, sentimentalismi e colpi di scena. Dedicato a chi conosce il valore poetico della sottrazione.”
- Marina Mei Gentilucci, Comunicazione -

“Ci sono libri che hanno gli occhi, e che ti obbligano a restituire lo sguardo. Pantani è tornato di Davide De Zan ha gli occhi di Marco che luccicano in copertina. Ma per me, adesso, ha soprattutto gli occhi, dolenti e ribelli, di sua madre Tonina e quelli stanchi di suo padre Paolo. Ci sono storie che fanno ribollire il sangue, se ancora ti è rimasto un po’ di sangue in corpo. Storie come questa. Non vi chiedono di credere, non puntano a convincervi: perché basta guardare. Se avete occhi, ve lo consiglio.”
- Carlo Musso, Editoriale adulti -

“Io consiglio Tre sassi bianchi di Lisa Genova a chiunque abbia voglia di scoprire qualcosa di nuovo e sorprendente sull'amore.”
- Lucia Piani, Comunicazione -

"Grande Ritorno nel Regno della Fantasia di Geronimo Stilton, un’avventura che ti trascina in un mondo fantastico: non si è mai abbastanza piccoli per una storia meravigliosa!
- Elena Pistolese, Marketing junior -

“Consiglierei il Nono Viaggio nel Regno della Fantasia di Geronimo Stilton a chi ama volare sulle ali della fantasia.”
- Alessandra Rossi, Editoriale junior -

Coordinate d’Oriente di Alessandro Perissinotto,– per chi vuole superare i propri orizzonti… fisici, affettivi e spirituali.”
- Roberta Russo, Editoriale adulti -

“Consiglio La ragione per cui corro di James Levine; una storia che si muove nella differenza tra realtà e finzione, il colore impresso dallo sguardo tra le cose che succedono.”
- Sara Scalzaretto, Marketing -