Buongiorno professoressa è una scorribanda magica tra i banchi di scuola e un omaggio al cuore appassionato di quei maghi e di quelle fate che chiamiamo insegnanti.

 

Di nuovo a scuola

Di nuovo entro a scuola. Ma questa volta non attraverso la storia vera di un’insegnante. Ci entro dalla porta della fantasia. Perché dove c’è, o dovrebbe esserci, la passione per la cultura la fantasia non può mancare. È dalle storie, anche da quelle antiche come a volte sono le favole, che la fantasia spicca il suo volo leggero nel cielo sopra il reale. Ecco allora che gli insegnanti, gli studenti, un po' tutti i personaggi di questo mio nuovo libro, gatti compresi, hanno sulle ali un pizzico della polvere magica del fantastico. Vivono e si muovono varcando a tratti il confine tra realtà e fiaba in un gioco a volte allegro e a volte drammatico, che spero sorprenda chi lo segue. La sorpresa è un auspicio e una speranza. La speranza che la nostra scuola tanto bistrattata sia ancora capace di sorprendere i ragazzi e le ragazze aprendo davanti ai loro occhi panorami nuovi e sempre più ampi. Un pizzico di polvere magica sulle loro ali perché possano spiccare il volo verso la vita.

- Vauro Senesi -