banner_gioia

 

L'amore ai tempi di Whatsapp: questo uno dei temi al centro della brillante commedia romantica di Elisa Gioia: So che ci sei in uscita il 30 giugno.

 

A chi non è capitato di interrogare con un fremito di ansia Whatsapp e piombare nello sconforto alla scoperta che un messaggio consegnato e letto è caduto nel vuoto?

Questa e altre domande nel test che segue: scopri con noi il tuo grado di "dipendenza"!

 ---

 Rispondi alle 7 domande che seguono: MAI, QUALCHE VOLTA, SEMPRE.

1) Attribuisci alle fatidiche parole “ultimo accesso alle ore…” un significato che sia in qualche modo legato a te? Tipo: “10 minuti fa! Mi ama!”

2) Quando lo (la) trovi online ti sembra che ti stia guardando negli occhi (o quantomeno che stia facendo la stessa cosa che stai facendo tu)?.

3) Se lui (lei) non accede da più di dodici ore, avverti un irresistibile impulso a consolarti con chili di gelato (o centinaia di euro di vestiti)?

4) Se accede a improbabili orari notturni pensi “con chi si scrive nel cuore della notte”? O anche “si è svegliato nel cuore della notte e ha pensato a me”?

5) Avverti quell’inconfondibile sensazione di farfalle nella pancia (o calabroni nel cuore, come dicono in Germania) vedendo apparire la scritta “sta scrivendo”?

6) Vivi nel terrore che ti blocchi (e quando vedi una sola stanghetta per ore, chiami l’assistenza utenti)?

7) Sei in grado di non guardare WhatsApp per più di 24 ore?

 

Se hai risposto “sempre” a più di 4 domande: Complimenti, sei un WhatsApp-aholic. Controlli compulsivamente WhatsApp, anche quando nessuno ti ha scritto e tu non devi scrivere a nessuno. Attribuisci fantasiosi significati agli accessi altrui (a un accesso, in realtà) e ti senti incompresa quando le tue amiche fidanzatissime (il cui ultimo accesso risale a tre giorni fa e comunque non ha alcun significato) ti guardano come fossi un marziano. E nulla ti irrita di più di una doppia stanghetta blu che rimane senza risposta.
Come operazione detox il meglio che puoi fare è rendere invisibile l’accesso, tuo e, ahimé, degli altri (ti avverto, è durissima!)

Se hai risposto “mai” a più di 4 domande: Complimenti, sei una WhatsApp-free. La tua vita sociale e sentimentale è una favola! Probabilmente stai già con la persona con cui vorresti stare e quando le scrivi sai con certezza che ti risponderà. Le parole “ultimo accesso alle ore” ti fanno pensare a un computer, un badge o a qualcosa di cui parla sempre quella fulminata della tua amica.
Nessun consiglio da darti, ma un avvertimento: ci cadrai anche tu prima o poi. Tranquilla (o) passa subito (un paio d’anni e ne sarai fuori).

Se hai risposto “qualche volta” a più di 4 domande: Complimenti, sei una WhatsApp-rehab. Sei riuscita nell’ardua impresa della disintossicazione da WhatsApp. Non sei completamente fuori ma certi giorni passano quasi indenni al controllo degli accessi.
Un consiglio: non arrenderti mai! Una domanda: come hai fatto??