Una bambina cambogiana rievoca la sua storia perché il mondo non dimentichi: “in memoria dei due milioni di persone che sono morte sotto il regime dei Khmer Rossi.”

Per primo hanno ucciso mio padre narra la storia vera di Loung Ung, autrice cambogiana e attivista umanitaria, e gli orrori da lei vissuti da bambina sotto il brutale regime dei khmer rossi: le uccisero il padre, rimase orfana, subì soprusi e violenze fisiche e psicologiche. Separata dai suoi fratelli venne destinata ad un campo di addestramento per giovani soldati, ma riuscì a sopravvivere per raccontare.

Nel genocidio di cui parla l’autrice in questo libro morirono quasi due milioni di cambogiani.

“Questa è una storia di sopravvivenza: la mia e quella della mia famiglia. Anche se questi eventi costituiscono la mia esperienza personale, la mia storia riflette quella di milioni di cambogiani. Se foste vissuti in Cambogia in quel periodo, questa sarebbe anche la vostra storia.” (Nota dell’autrice introduttiva al libro).

Da questo libro è stato tratto il film prodotto da Netflix con la regia di Angelina Jolie.

Per primo hanno ucciso mio padre arriverà su Netflix il 15 settembre.

Ecco il trailer ufficiale italiano

UNG_long_IMMAGINE_INT.jpg