Abbiamo chiesto ai nostri editor qualche consiglio per suggerirvi alcune buone letture da portare in vacanza.

Se ancora non avete letto questi libri l'estate può essere il momento giusto per recuperare.
Dal giallo, al rosa, a una storia vera ambientata tra i ghiacci, al libro capace di suscitare qualche riflessione più profonda, scegliete i libri che vi faranno compagnia... Per una Buona Estate!

---

"Sono molti i libri che mi piacerebbe consigliare in questa estate torrida, ma mi limiterò a due. Visto che leggere stimola l’immaginazione e immaginare è creare, calarsi in una avventura ambientata tra i ghiacci può aiutare ad alleviare i bollori derivanti dal termometro e, per qualcuno, dalla imprese erotiche di un tale Christian… Già dal titolo, Frozen (di Michael Zuckoff), promette brividi. Nel novembre del 1942, 14 uomini combattono contro il gelo artico nella speranza che gli aiuti arrivino in tempo. Una specie di Lost ambientato in piena seconda guerra mondiale. La ragione per cui sono lì dispersi e preda di fame, freddo, solitudine ha dell’incredibile: un aereo americano con cinque uomini a bordo è costretto a un atterraggio d’emergenza sui ghiacci della Groenlandia, terra tanto più inospitale in quanto soggetta alla Danimarca, ora nelle mani dei nazisti. Poco dopo anche l’aereo inviato in soccorso si imbatte in una tempesta, che catapulta i nove uomini dell’equipaggio nello stesso inferno dei compagni che stavano cercando. Si perdono completamente le tracce, invece, dell’aereo con tre uomini a bordo della seconda missione di salvataggio. Quando tutto sembra perduto, compare sulla scena un pilota, di quelli fatti della pasta degli eroi, che si rifiuta di abbandonare i dispersi al loro destino e mette a punto un piano folle per portarli in salvo. Ed è tutto vero: il libro, che incalza come un romanzo, è frutto di rigorose ricerche dell’autore, che non solo restituisce il dramma di quegli uomini facendoci quasi sentire il gelo in cui hanno vissuto senza riparo per cinque interminabili mesi, ma racconta la sua stessa spedizione in cerca dell’aereo scomparso e dei resti dei tre uomini morti per salvare i loro compagni. Una grande storia di coraggio, solidarietà e resistenza."

"Il secondo libro che consiglio caldamente è un libro poco estivo forse, ma tanto salutare per la mente. E’ l’ultimo libro (consegnato due giorni prima di morire) scritto da Charb, il direttore del giornale satirico Charlie Hebdo, ucciso il 7 gennaio a Parigi insieme a undici suoi colleghi nell’attentato compiuto da estremisti islamici. Si intitola Lettera ai truffatori del’islamofobia che fanno il gioco dei razzisti ed è un pamphlet arguto, lucido e profetico, una risposta intelligente e concisa a quanti avevano accusato il giornale di offendere l’islam. Sono 88 pagine, si leggono in fretta e facilmente perché Charb ha una prosa chiara e stringente e sa argomentare fluidamente senza banalizzare la complessità dei problemi. Ve lo consiglio perché la libertà di espressione è un tema che riguarda tutti, e poi perché con poca fatica farete un figurone al ritorno dalle vacanze. Buona lettura!"

- di Claudia Coccia -

"Io consiglio Younger, il libro giusto da portare in vacanza per fare un pieno di energia positiva... Per un'estate in cui sentirsi giovani e innamorate!"

- di Giulia De Biase -

"Un libro da leggere quest’estate? Non dormirai mai più, di Aldo Costa. Perché è molto più di un thriller. Perché ha due protagonisti, Lorenzo Cremona e Serena Ainardi, che non vi scorderete facilmente. Perché la storia è di quelle che vi inchiodano. E perché poi potete scaricarvi l'ebook del prequel, Non è vero, e appassionarvi ancora di più."

- di Linda Kleinefeld -

"Consiglio L’estate che ammazzarono Efisia Caddozzu, perfetto sia per chi cerca un giallo ben congegnato e avvincente sia per chi vuol veder scorrere davanti agli occhi uno spaccato magistrale dell’Italia degli ultimi quarant’anni. Spesso proprio nei cosiddetti romanzi d’evasione, che approcciamo con leggerezza, troviamo la chiave per leggere il nostro passato e capire il nostro presente."

- di Francesca Lang -

"In questi giorni di luglio ci giungono notizie di vendite cospicue dell'Enciclica Laudato si' di Papa Francesco nelle località turistiche del nostro Bel Paese. La scrittura di Bergoglio è molto semplice, chiara e ispirata, il tema centrale è la salvaguardia del creato. Per riconciliarsi con le bellezze della natura non c’è nulla di meglio che gustare alcuni passi dell’Enciclica contemplando un tramonto in riva al mare, uno scorcio alpino o un dolce paesaggio collinare tempestato di uliveti.
Papa Francesco ci invita a custodire e proteggere il pianeta, interrompendo i colpi mortali che stiamo infliggendo all’acqua, al suolo, alle sue risorse. L’Enciclica pubblicata da Piemme è introdotta da una agile “guida alla lettura” della teologa Cristina Simonelli."

- di Roberta Russo -

---