Con le PRIME STORIE del Battello a Vapore i character più amati della Serie Bianca rivivono in un nuovo formato. Tornano la dolce Camilla (90.000 copie), il simpatico Tino il cioccolatino (95.000 copie), il pirata Barbagrossa (60.000 copie) e Bruno lo zozzo (120.000 copie): quattro compagni d’eccezione per muovere i primi passi nel mondo della lettura.

Le PRIME STORIE sono veri e propri albi, con copertina rigida e riccamente illustrati a colori, proposti però in un formato più piccolo e maneggevole rispetto ai normali albi preschool, concepito per avvicinare i più piccoli al mondo dei libri dei grandi.

I libri, studiati per la particolarissima fascia d'età dai quattro ai sei anni, contraddistinta dal passaggio dalla scuola dell'infanzia alla primaria, sono perfetti sia per essere letti insieme a un adulto sia per i bambini che cominciano a leggere lo stampatello minuscolo. Poiché proprio in questa fascia d'età i bambini hanno grande piacere di riuscire a leggere da soli una storia che qualcuno ha già letto per loro.

Oltre a formato e grafica, particolare attenzione è stata data alla lunghezza: testi troppo brevi possono risultare poco stimolanti, di contro troppo lunghi rischiano di annoiare o intimorire il lettore alle prime armi; al lessico: semplice ma non semplificato; e al ritmo: si tratta di avventure ricche di piccoli eventi che le rendono adatte a essere diluite in più sessioni brevi di lettura, ma con una macrotrama unica per abituare i bambini a narrazioni più complesse.

Offrendo una grande varietà di generi e temi adatti a tutti i gusti, le sei pubblicazioni in programma per il 2015 includono anche due inediti: Tino il cioccolatino e il giallo del risotto, una divertente avventura che tocca i luoghi più significativi di Milano (Expo compreso) e Una nuova amica per Camilla, che affronta con la consueta delicatezza temi importanti come pregiudizio, razzismo e ostilità tra i banchi di scuola. Le quattro ripubblicazioni sono Tino il cioccolatino, Buon compleanno Camilla, Il pirata Barbagrossa e il calzino puzzolente e Bruno lo zozzo.

Alla fine di tutti i volumi, una doppia pagina contiene cinque semplici consigli per aiutare gli adulti a leggere insieme ai bambini. I suggerimenti sulla lettura fanno riferimento al programma nazionale Nati per Leggere, promosso da Associazione Culturale Pediatri, Associazione Italiana Biblioteche e Centro per la Salute del Bambino onlus che promuove la lettura dai primissimi mesi di vita, ricordando che leggere ad alta voce ai bambini rafforza la relazione adulto bambino, crea l'abitudine all'ascolto, aumenta i tempi di attenzione e accresce il desiderio di imparare a leggere.

I consigli per leggere insieme:

Come condividere il libro con i bambini

Scegliete un luogo confortevole, senza rumori o persone in movimento intorno a voi.

Tenete in mano il libro in modo che il vostro bambino possa vedere le pagine chiaramente.

Se il bambino è piccolo, tenetelo in braccio in modo che possa arrivare a toccare il libro e lasciategli girare le pagine da solo.

Come si legge ad alta voce

Mentre leggete, scandite il ritmo del testo per aiutare il bambino ad apprezzare il piacere della narrazione e facilitare la memorizzazione.

Leggete con un’intonazione che sottolinei i diversi momenti della storia e fermatevi, di tanto in tanto, per parlare del libro insieme al vostro bambino.

Indicategli le figure o fatele indicare da lui e parlatene insieme.

Quando leggere

Cercate di trovare il momento giusto in cui entrambi siete propensi alla lettura.

Ogni occasione è buona per leggere un libro insieme: la sera prima di andare a dormire, durante i viaggi, nella sala d’attesa del dottore… Abbiate quindi cura di portare sempre un libro con voi!

Come scegliere il libro

Lasciate scegliere i libri da leggere al bambino assecondando i suoi gusti.

E rileggete i libri preferiti tutte le volte che il bambino lo chiede.

Non vi preoccupate di passare tanto tempo sullo stesso libro, leggendolo ancora e ancora: i bambini possono imparare cose diverse ogni volta.

Altre idee

La lettura può anche suggerire idee per giocare insieme: inventate con lui un finale diverso per le storie, disegnate i personaggi preferiti impegnati in nuove avventure