Era il 20 luglio 1969, e il mondo intero seguiva col fiato sospeso, davanti alle radio e ai televisori, il primo allunaggio della Storia. Il «piccolo passo per l'uomo, ma un grande salto per l'umanità» di Neil Alden Armstrong era il risultato di anni di lavoro, studio, ricerca, sfide.

La corsa allo spazio accese l'entusiasmo di grandi e piccini, ed è giusto ricordare oggi una delle protagoniste più famose: Laika, la cagnolina di circa tre anni imbarcata a bordo della capsula spaziale sovietica Sputnik 2 il 3 novembre 1957, deceduta prima del rientro sulla Terra.

La ricordiamo con Laika delle stelle di Fabrizio Altieri, che ne racconta la storia partendo dalla curiosità di un bambino dei giorni nostri, Yuri. Ha un nonno pazzesco, che racconta storie favolose di astronavi e missioni lunari. Da giovane lavorava all'agenzia spaziale russa, e per Yuri è un vero eroe! Ma un giorno scopre che forse nonno Fedor c'entra qualcosa con la triste vicenda della cagnolina Laika, mandata a morire nello spazio. E deve scoprire una volta per tutte la verità su suo nonno e sul suo passato misterioso.

Tre, due, uno, zero... È ora di partire, ragazzi, il cielo vi aspetta!