Perché questo libro

Avendo un figlio di cinque anni, ho passato molto tempo nello zoo della nostra città.

Passeggiare dalla giostra alla casa dei serpenti ti dà un sacco di tempo per pensare alle idee per un romanzo. A un certo  punto ho realizzato che tutte le idee più recenti avevano in comune una cosa: la maternità.

Così ho pensato, e se fosse questo al centro della storia? Come sarebbe costruire una trama che ruotasse proprio intorno alla maternità così da poterla guardare con attenzione?

Varie altre cose portarono poi l’idea originale a prendere consistenza.

Per me, lo zoo è un luogo dove posso avere un senso percepibile nello spazio delle varie fasi di crescita di mio figlio… E di come queste fasi siano esplose per poi evaporare. Tempo fa amava scalare una tartaruga di pietra, ma questo succedeva quando aveva due anni. A tre anni se n’era completamente scordato. In un altro periodo gli piaceva la giostra dei cavalli ma poi un bambino gli si rivolse con una voce strana e così basta giostra dei cavalli. Nello zoo, ero concentrata sul momento presente di mio figlio – le sue piccole ossessioni, le manie buffe e le abitudini su cui si intestardiva –  ma nello stesso tempo pensavo costantemente a come queste alternanze svanissero nel tempo.

Probabilmente influenzata dai fatti di attualità, spesso mi trovavo a pensare a cosa avrei fatto se qualcuno fosse entrato nello zoo sparando – dove sarei andata? Quanto il fatto di avere mio figlio con me avrebbe cambiato il mio modo di agire? (In realtà non posso dire che siano stati pensieri socialmente rilevanti, visto che pensavo anche  a cosa avrei fatto se gli zombi si fossero impossessati dello zoo. Hai molto tempo per pensare se consideri ogni forma vivente che ti circonda.)

Alla fine mi venne l’idea che l’incubo ad occhi aperti di una situazione dove è in gioco la tua vita potesse trasformarsi in un romanzo sull’essere madre. Dove anche le complessità della maternità – l’amore, la gioia, il sacrificio e il richiamo animale di questi sentimenti – potessero emergere più intensamente nella più intensa delle situazioni.

Dal sito dell’autrice ©https://ginphillips.com/books/fierce-kingdom/why-this-book/