Abbiamo raccolto sulla nostra pagina facebook le domande dei lettori per Lisa Genova, autrice del bestseller Perdersi e del nuovo romanzo Tre sassi bianchi, che affronta il difficile tema dell'autismo. Pubblichiamo qua le risposte dell'autrice ai nostri lettori.

Domanda di Elisa Mompiani

Quando scrive dei protagonisti dei suoi libri cosi veri ed umani (immagino che immergersi cosi dentro alle storie che racconta non sia facile) cosa rimane dentro di lei a livello emozionale? Non parlo della gratificazione del libro in sé, intendo essere stata cosi dentro a queste storie… Complimenti per il suo lavoro, mi emoziona sempre.

Le persone reali con cui sono entrata intimamente in contatto durante il periodo delle mie ricerche erano coloro che convivevano con l’Alzheimer, con l’autismo, con la malattia di Huntington e con traumi celebrali. Queste persone stanno definitivamente con me e sono amici autentici, alcuni li definirei gli amici a me più vicini sulla terra. Inoltre, i messaggi che mi sono rimasti da ogni storia, le lezioni di vita che i personaggi imparano sono le stesse che io in prima persona ho scoperto e imparato. Tutto questo resta con me e influenza la mia vita in tantissimi aspetti positivi.

Domanda di Sara Magnoli  

Come riesce a coniugare l'aspetto legato alla dimensione "clinica", "neuroscientifica" presente nei suoi racconti a quello che è invece "romanzo"? Grazie e complimenti.

Questa è la parte più facile del lavoro di scrittura, per me.
Per capire gli aspetti scientifici e clinici dell'Alzheimer, dei traumi cerebrali, dell'autismo, della malattia di Huntington, leggo testi, interviste, seguo i passi della comunità scientifica, trovandomi a conoscere le persone che convivono con questo tipo di disagi.
Attraverso tutte queste informazioni corre un filo di verità, l'essenza di quello che avviene a una persona quando per la prima volta si trova a vivere i sintomi di queste malattie, a riceverne le diagnosi, le cure ecc.
Trovo questo filo di verità e lo intreccio nelle situazioni narrative che ho creato.

Domanda della redazione web Piemme - Cosa prova un Autore quando uno dei suoi libri diventa un film, come è successo con il suo bestseller “Perdersi”?

Così tante sensazioni…. Un'incredibile eccitazione, una gioia surreale, gratitudine immensa e profonda soddisfazione…

 

*** Un ringraziamento a Lisa Genova per aver risposto alle domande dei lettori e a Jean Anne Rose di Simon & Schuster, NY. ***