Il 23 maggio 1992 alle ore 17:56, un tratto dell'autostrada A29 nei pressi di Capaci (PA) venne fatto esplodere dagli uomini di Cosa Nostra. L'obbiettivo era Giovanni Falcone, in transito con la sua scorta mentra rientravano da Roma diretti a Palermo: il magistrato antimafia, la moglie Francesca Morvillo (anche lei magistrato), e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro persero la vita.

Il 23 maggio è la Giornata della Legalità, per non dimenticare chi nella lotta alla mafia ha perso la vita e chi lotta ancora oggi, ogni giorno, e non va lasciato solo.

Parlare di mafia ai più giovani, e spiegarne i meccanismi, non è semplice: per questo vi proponiamo oggi tre letture adatte a loro, firmate da Luigi Garlando, Alberto Melis e Pina Varriale e adatte ad avviare a scuola e in famiglia la discussione su questo tema così delicato e complesso.

'O MAE' - STORIA DI JUDO E DI CAMORRA, di Luigi Garlando

DA CHE PARTE STARE. Per ricordare Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, di Alberto Melis

RAGAZZI DI CAMORRA, di Pina Varriale