Vivien Spitz (1924-2014) aveva 22 anni quando ha partecipato come stenografa al processo ai medici nazisti a Norimberga, aperto nel 1946. Al ritorno negli Stati Uniti, ha continuato a lavorare come stenografa giudiziaria e per oltre dieci anni è stata la stenografa ufficiale degli incontri del Congresso, prima donna a ricoprire quel ruolo. Ha stenografato i discorsi sullo Stato dell'Unione di molti presidenti americani, e di molti capi di stato stranieri. Dopo la sua esperienza a Norimberga, tra il 1946 e 1948, si è impegnata a diffondere la conoscenza di ciò che ha visto, parlando a più di 40.000 persone. La stenografa è insieme la sua storia e un documento di inestimabile valore. "Dopo quell'esperienza, non tollero più nessuna ipocrisia né fanatismo" ripeteva.