Agnes Gonxha Bojaxhiu nacque a Skopje (attuale Macedonia) il 26 agosto 1910 e morì a Calcutta il 5 settembre 1997. A 18 anni aveva seguito la vocazione entrando nella Congregazione delle Suore Missionarie di Nostra Signora di Loreto. Partita nel 1928 per l'Irlanda, un anno dopo si recò in India.
Nel 1931 la giovane Agnes pronunciò i primi voti, prendendo il nome di suor Maria Teresa del Bambin Gesù.
Il 10 settembre 1946, mentre era in treno diretta a Darjeeling, avvertì la "seconda chiamata": doveva lasciare il convento per dedicarsi "ai più poveri dei poveri". Nel 1950 la sua nuova Congregazione delle Missionarie della Carità ottenne il riconoscimento dalla Chiesa cattolica.
Giovanni Paolo II la beatificò il 19 ottobre 2003. Papa Francesco l'ha proclamata santa in Vaticano il 4 settembre 2016.
In questa raccolta di inediti si spiega, fra l'altro, il significato teologico delle famose "Case dei morenti" create in India dalla santa: non si poteva impedire che i miserabili morissero di fame e di malattie, ma si poteva impedire che morissero in solitudine, «perché il corpo dei poveri è il corpo di Cristo».