Nato in un piccolo villaggio della Cordigliera in Perù, ha lavorato a Lima come insegnante ed economista. È stato professore di lingua quechua nella prima Scuola Nazionale di Turismo del suo paese nel 1970 e nell'Università di San Agustín di Arequipa fino al 1996.
Dopo aver sofferto di una grave malattia, ritorna in patria, dove guarisce grazie all'intervento di un curandero andino. Questa esperienza suscita in lui una profonda crisi di valori che lo spinge alla ricerca delle sue radici.
Come professore universitario si è sempre occupato di diffondere la cultura del popolo andino ed è stato fondatore e presidente dell'Istituto Nativo di Cultura Andina (I.N.C.A.), oltre che membro dell'ASOPEMETRA (Associazione di Medicina Tradizionale del Perù). Tiene conferenze in molte università peruviane ed europee. Grazie alla sua determinazione nella ricerca di un maestro, è riuscito a mettersi in contatto con gli Amautakuna, i saggi delle Ande. Il risultato di queste esperienze è stato la pubblicazione di libri di successo per Piemme: La profezia della curandera, Negli occhi dello sciamano, Gli ultimi curanderos, Inkariy, la profezia del sole, I curanderos dell'anima.