Georg Rauch, nato a Salisburgo nel 1924 da famiglia con sangue ebreo, è cresciuto aiutando la madre a nascondere ebrei dai nazisti nel loro appartamento. Nonostante le sue origini, allo scoppiare della guerra è stato arruolato nell'esercito di Hitler e inviato sul fronte russo. La sua memoir, Il nazista ebreo, racconta la sua incredibile storia ed è basata anche sulle molte lettere inviate alla madre dal fronte sovietico. Dopo la guerra, Rauch si è dedicato alla pittura, esponendo in molte capitali europee e, dopo il trasferimento negli Stati Uniti nel 1966, anche a New York, in California e a Toronto. Il nazista ebreo è stato pubblicato in vari paesi e ha ricevuto numerosi riconoscimenti.