Ha lavorato per oltre 25 anni nell'industria agroalimentare come dirigente di alto livello di importanti aziende del settore prima di scrivere il suo primo libro, Siete pazzi a mangiarlo!, bestseller in Francia e in Italia, dove ha avuto enorme risonanza grazie anche alle inchieste realizzate dalla trasmissione 'Striscia la notizia' proprio in base alle informazioni riportate nel libro. Il quotidiano la Repubblica lo ha definito «lo Snowden del cibo trash» che svela gli imbrogli che finiscono nel nostro piatto. Per il Fatto Quotidiano il suo lavoro ha permesso di smascherare «la truffa mondiale ai danni del consumatore». Con E allora cosa mangio? prosegue il suo prezioso lavoro di divulgazione.